Via Roma: arriva la riqualificazione che salva i bagolari

È giunto ormai ai nastri di partenza il cantiere per la riqualificazione di Via Roma, che interesserà l’arteria saronnese da fine marzo per tutta l’estate, ed è anche una promessa mantenuta per Obiettivo Saronno e per tutta l’amministrazione Airoldi, che già da prima dell’inizio della campagna elettorale avevano preso con i cittadini l’impegno di dare priorità alla rigenerazione del bel viale, salvaguardando però i sessanta bagolari. Il sindaco Airoldi con gli assessori Novella Ciceroni (Lavori Pubblici, Infrastrutture, Decoro Urbano) e Franco Casali (Ambiente, Mobilità, Politiche energetiche, Partecipazione) hanno presentato ieri con soddisfazione il nuovo progetto, che è un punto d’arrivo per tutti coloro che credono che il preservare l’ambiente e la bellezza sia conciliabile con la sostenibilità ambientale e la durata nel tempo, mantenendo il  quadro economico dei costi invariato.

Superata quindi la vicenda del taglio di tutti gli alberi esistenti – che tanto piaceva alla giunta Fagioli – il nuovo progetto elaborato dai tecnici del Comune verte su quattro aspetti principali: rigenerazione urbana della via, salvaguardia del patrimonio arboreo, sicurezza degli utenti (pedoni, ciclisti, automobilisti) e durabilità nel tempo, grazie alle tecniche d’ intervento ed ai materiali innovativi utilizzati.

La riqualificazione prevede anche una revisione del piano di sosta del quartiere, che coinvolge le vie limitrofe e punta a favorire sia i residenti – con un aumento dei parcheggi riservati che passano da 54 a 74 – sia le attività commerciali, attraverso una maggiore rotazione nell’ utilizzo dei parcheggi con la creazione di zone a disco da 2 a 4 ore dove ora ci cono parcheggi liberi, in modo che chi arriva per fare acquisti possa trovare posteggio più facilmente. “Desideriamo favorire il ricambio della sosta, evitando che ci sia chi parcheggia l’auto per giornate intere, rendendo difficoltoso trovare un posteggio a tutti coloro che desiderano fermarsi poco tempo per fare acquisti”, dice Novella Ciceroni, che sottolinea inoltre come i costi delle varianti rispetto al progetto precedente siano identici, pur a fronte delle migliori ottenute e dell’utilizzo di tecniche evolute per la salvaguardia degli alberi e di materiali più innovativi. “Si interverrà anche contestualmente per il risanamento della rete fognaria e per il potenziamento dei sottoservizi, quali il cablaggio per futuri servizi digitali, come lampioni intelligenti e panchine Wi-Fi, che potranno permettere alla nostra città di iniziare a prepararsi per un futuro digitale”

Grande attenzione viene riservata non solo all’abbattimento delle barriere architettoniche, attraverso il rifacimento dei marciapiedi, ma anche ai portatori di disabilità visive, che – in corrispondenza degli attraversamenti pedonali – potranno trovare mattonelle tattili dotate di Tag, dialoganti con gli appositi bastoni, oltre a semafori con segnale sonoro a chiamata all’ attraversamento pedonale.

Sul lato Nord della via, marciapiede e pista ciclabile a doppio senso si troveranno sullo stesso piano, senza dislivelli, mentre la pista sarà rialzata di quattro centimetri rispetto alla sede stradale e caratterizzata da materiale drenante e colorato. I marciapiedi saranno in materiale impermeabile nell’ immediata prossimità degli edifici, mentre il restante metro e mezzo sarà in autobloccanti su terra, per favorire la giusta umidità e lo spazio necessario alla vita degli apparati radicali delle piante.  I cordoli in granito – fonte di molti dei problemi attuali. – saranno sostituiti da nastri in acciaio corten. La pista ciclabile – grazie all’ utilizzo di un finanziamento di Regione Lombardia – sarà finalmente a norma, larga mt.2,50.

La Via Roma – oltre ad essere una strada relativamente trafficata (7863 veicoli al giorno) – è anche la pista ciclabile più utilizzata dai saronnesi e – per la salvaguardia di tutti gli utenti- si è preferito introdurre il limite dei 30 km/h nel tratto interessato dalla riqualificazione, che va dalla Via Guaragna alla Via Manzoni. I semafori avranno una partenza anticipata del verde per le bici rispetto alle auto, che partiranno qualche secondo dopo. Anche le dimensioni della carreggiata saranno maggiori, grazie alla diversa disposizione dei parcheggi del lato Sud, rispetto a quella attuale: è stata infatti pensata una disposizione “a tasca” tra gli alberi, che comporterà la perdita di 18 stalli su quel lato della via, ma permetterà di ampliare la carreggiata, con una maggiore sicurezza e spazi di manovra più agevoli per i mezzi.

“Sono soddisfatta del lavoro svolto in stretta collaborazione con gli uffici comunali. Insieme abbiamo elaborato un progetto secondo tre principi fondamentali: la salvaguardia del viale alberato esistente, la sicurezza di automobilisti, ciclisti, pedoni -con particolare attenzione a chi ha disabilità motorie e visive – la durabilità. Il tutto nel rispetto di un quadro economico che non differisce rispetto a quello della precedente variante.”, conclude l’assessore ai Lavori Pubblici Novella Ciceroni.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe anche interessarti...